Con approcci diversi, studiose e studiosi antirazzisti di livello internazionale spiegano come razza e processi di razzialiazzazione strutturino storicamente lo sviluppo del capitalismo, evidenziando i caratteri intrinsecamente coloniali della narrazione europea e del lessico umanitario di sinistra.

Con un linguaggio chiaro, questo libro apre uno spazio di riflessione decisivo sui processi di sfruttamento e subordinazione legati alla razza e sugli orizzonti di possibilità per una politica antirazzista.


Non sono molti i libri che si occupano della storia della funzione curativa del giardino. Salus in horto rappresenta una felice eccezione rivolta tanto a chi si occupa professionalmente di storia e di teoria del giardinaggio, quanto agli appassionati che vogliono lasciare il mondo della divulgazione ed entrare in contatto con quello della ricerca. Nel volume, infatti, si trovano saggi che intrecciano gli aspetti tecnici del giardinaggio con l’urbanistica, l’architettura, la medicina, la farmacopea, la cucina, la politica e l’educazione.


Come il colonialismo, come la schiavitù e il nazionalismo, anche il razzismo è un ingrediente fondamentale della modernità. Soltanto scoprendo le sue radici profonde sarà possibile neutralizzare la ragione razzista.


La storia dei Collettivi politici veneti per il potere operaio narrata da due tra i suoi principali protagonisti. Una vicenda che prende avvio nell’autunno del 1974, dopo l’esaurimento dell’esperienza di Potere operaio. Un progetto fondato sui presupposti strategici di un forte radicamento territoriale, l’unità politico-militare della militanza e una direzione che poteva vantare una ricca e raffinata formazione teoricoculturale di provenienza operaista.

Black Fire

Un’antologia tra storia e attualità per ribadire che «le vite nere contano»

LE PROSSIME USCITE

Storia crudele di un invisibile

Che cosa è visibile? Quel che i media mostrano; e lo mostrano con fasci di luce cosi insistenti accecanti che null’altro si può vedere. Così la quantità dell’invisibile cresce. Non so se sia andata sempre così, se sempre l’informazione sia stata così manovrata e povera, o se la quantità di informazione d’una coscienza media sia stata più o meno la stessa ma diversamente e un poco più  liberamente organizzata nel senso che su quel che le stava attorno cadevano meno luci ma anche meno ombre. Non so se i perdenti siano stati condannati sempre all’invisibilità, non mi pare. Erano magari offerti in spettacolo, e in qualche crudele modo attraverso di esso la società diceva «costoro sono una parte di me».

Continua a leggere...

MEDIA


AGENDA

«Black Fire» @Baraccano, Bologna

Venerdì 16 ottobre, ore 18.00

Con la curatrice Anna Curcio discutono Raffaele Laudani (Università di Bologna) e Franco Berardi Bifo.

Baraccano – Casa delle Associazioni, Via Santo Stefano 119/2, 40124 Bologna.

Per rispettare le norme anti-Covid e per garantire la sicurezza di tutte e tutti, l’evento sarà disponibile in presenza e online.

«Lettera a mio padre» @Centro Sociale ExKarcere, Palermo

Venerdì 16 ottobre, ore 18.00

Presentazione del volume «Lettera a mio padre» con l’autrice Barbara Balzerani. Centro Sociale ExKarcere, Via San Basilio 17, 90133 Palermo.

«Bayer contro Aspirina» @Polo del ‘900, Torino

Venerdì 9 ottobre, ore 18.00

Presentazione del volume «Bayer contro Aspirina. L’umorismo che resiste ai diserbanti» con la redazione di Erbacce.

Interverranno: Margherita Giacobino, Pat Carra, Dalia Del Bue.
Introduce e coordina: Simona Amadori.

Corso Valdocco angolo via del Carmine, Torino

Vedi tutto...