Daniele Gaglianone

Daniele Gaglianone

Daniele Gaglianone (1966) dai primi anni Novanta collabora all’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza per il quale realizza, tra il ’91 e il ’97, numerosi documentari. In questi anni gira numerosi cortometraggi: tra questi L’orecchio ferito del piccolo comandante (1994), menzione speciale al Festival di Locarno 1995. Nel 1998 collabora alla sceneggiatura e lavora come assistente alla regia del film Così ridevano di Gianni Amelio, Leone d’oro alla Mostra di Venezia. Del 2000 è l’esordio nel lungometraggio con I nostri anni, selezionato alla Quinzaine des Réalisateurs del festival di Cannes 2001 e vincitore del Jerusalem Film Festival 2001 e della Sacher d’oro per la miglior opera prima. Nel 2004 il suo secondo lungometraggio Nemmeno il destino partecipa nella sezione Giornate degli Autori alla Mostra di Venezia. Nel 2005 Nemmeno il destino vince il Tiger Award all’International Film Festival di Rotterdam e il Premio Speciale della Giuria al Festival di Taipei a Taiwan. Nel 2010, il suo film Pietro partecipa al Festival del cinema di Locarno e inaugura la collana Cinema autonomo italiano. Con Ruggine, nel 2011, partecipa alla Mostra del Cinema di Venezia.