I prezzi, la legge, gli sconti

Dal primo settembre è entrata in vigore la legge Levi, Bachelet et al. sulla disciplina del prezzo fisso del libro e gli sconti applicabili. La nuova legge fissa nel 15% la soglia massima di sconto normalmente applicabile a un libro venduto al suo acquirente finale, cioè il lettore. Per questo sul nostro sito abbiamo modificato lo sconto base applicato a tutti i libri e sempre presente, riducendolo dal 20% al 15%.
Si tratta di una legge fortemente voluta da diversi editori e librai indipendenti. Il tentativo è quello di arginare la concorrenza sleale delle grandi catene librarie, che in virtù di un forte potere di acquisto possono ottenere dagli editori condizioni di vendita particolarmente vantaggiose che poi si traducono in forti sconti all’acquirente finale. Provando a mettere un freno allo sconto massimo, la legge Levi dovebbe in teoria consentire alle librerie indipendenti di poter vendere gli stessi libri delle librerie di catena con gli stessi sconti, quindi limitando lo strapotere di chi si avvale di una posizione di forza sul mercato.
Quali saranno gli effetti a medio termine di questa legge si vedrà (a lungo termine saremo comunque tutti morti diceva qualcuno), nell’immediato un editore come DeriveApprodi – spesso mal distribuito in libreria e da sempre attento alla propria politica dei prezzi – è di fatto costretto a penalizzare i propri acquirenti online. Si tratta in realtà di un fatto quasi simbolico, di qualche decina di centesimi di differenza in media. Ma chi compra da noi si vedrà, anche se di poco, diminuire lo sconto.
Da parte nostra, non rinunceremo a campagne speciali (comunque possibili sul fuori catalogo) e a iniziative specifiche rivolte al nostro pubblico che ha sempre più difficoltà a reperirci in libreria. Questo perché siamo convinti che la strada per salvare ciò che resta dell’editoria indipendente passi da un altro modo di intendere la vendita dei libri, non solo nell’offerta di cataloghi non omologati al bestseller e alla novità ma anche nell’accorciamente della filiera che va dall’editore al lettore passando per il libraio. Una filiera corta dell’editoria che, come per l’alimentazione, sia garanzia della qualità e trasparenza del prezzo.
Ne riparleremo…