Book Pride – La fiera nazionale dell’editoria indipendente

testata_facebook

Milano, febbraio 2015. Promossa da Odei – Osservatorio degli editori indipendenti con il supporto organizzativo della cooperativa Doc(k)s–Strategie di indipendenza culturale, BookPride, fiera nazionale dell’editoria indipendente, è ilprimo grande evento di promozione della cultura non omologata reso possibile grazie a un sistema di autofinanziamento degli stessi editori che vi partecipano, senza contributi né pubblici né privati e nella totale indipendenza da qualsiasi condizionamento.  Esclusi i cinque maggiori gruppi editoriali italiani, tassativamente esclusi i marchi la cui principale attività editoriale consista nella produzione di libri a pagamento.

Ottanta gli editori che hanno già confermato la loro presenza a Milano dal 27 al 29 marzo, con  l’obiettivo di rendere visibile al pubblico la ricca e variegata produzione culturale indipendente, troppo spesso oscurata dalla legge del più forte nel mercato distributivo, e di aprire uno spazio di riflessione sullo stato in cui versa l’editoria, sulle alternative possibili, sul tema dell’indipendenza culturale e sul suo futuro per una fetta dell’editoria italiana che vive o meglio sopravvive in una condizione di sottoesposizione cronica che oggi appare irrimediabile.

Indipendenza, come campo di esistenza e resistenza,  insieme a qualità e sostenibilità le parole chiave di BookPride, che si pone non solo come opportunità economica e mediatica per gli editori indipendenti, ma come un vero e proprio progetto culturale – del quale anche la gratuità d’accesso per i visitatori a Bookpride fa parte – basato sulla valorizzazione di un altro modo di fare editoria. In controtendenza rispetto all’appiattimento del mercato editoriale e alla standardizzazione dell’offerta, l’editoria indipendente rappresenta una garanzia e una riserva della varietà e della bibliodiversità, un luogo di sperimentazione e di meticciato culturale e linguistico.

La «differenza», intesa come opportunità e contaminazione tra generi e stili,  è significativamente il tema di questa prima edizione, intorno al quale si articola una ricca e innovativa programmazione culturale, che fa dialogare la cultura libraria con la cultura materiale e artistica. Il focus è riservato a autori, artisti, saggisti e intellettuali, protagonisti della scena culturale internazionale, che in questi anni hanno, a vario titolo, lavorato per accrescere la «differenza» nei loro specifici ambiti, o che hanno saputo relazionarsi con «differenza» rispetto a ciò che li circonda. L’offerta complessiva della manifestazione, alla quale si affiancano le proposte dei singoli espositori,  comprendelezioni, dialoghi e performance, oltre a una serie di atelier professionali sulle pratiche della filiera del libro, che si rivolgono senza distinzione agli addetti ai lavori e a semplici appassionati, desiderosi di sperimentare nuove forme di condivisione e diffusione della conoscenza.

Allestita nello spazio espositivo dei Frigoriferi Milanesi, effervescente ed eclettico polo culturale milanese, la fiera ospiterà 100 stand, ciascuno decorato per questa prima edizione con un’opera di Nanni Balestrini. 100 prime copie di 100 multipli d’artista, firmate e numerate, a creare una mostra diffusa dentro la fiera. Ad ogni successiva edizione sarà un artista diverso ad arricchire l’allestimento della fiera con le sue opere.

Non casuale, infine, la scelta di Milano come città ospitante che, designata “Capitale del libro 2015”, sarà teatro nei prossimi mesi di numerose iniziative dedicate alla promozione della lettura, oltre a essere capoluogo della regione che vede concentrate oltre un terzo delle vendite totali della produzione editoriale nazionale.  I Frigoriferi Milanesi, che accoglieranno l’evento, sono un centro polivalente di incontro e di scambio dedicato all’arte e alla cultura. Da tempo ospitano mostre, eventi, presentazioni e spettacoli, dando spazio alla curiosità e alla sete di cultura della città.

Associando alla scoperta di una produzione culturale non omologata la riscoperta di sapori genuini e non standardizzati, BookPride ospiterà per tutta la durata della manifestazione un’enoteca indipendente, autogestita da alcuni vignaioli –  veri poeti della terra – impegnati nella diffusione di pratiche e saperi ispirati a una nuova contadinità consapevole. Le carte dei vini offerte a BookPride  saranno una vera e propria piccola biblioteca del gusto, delle culture e delle colture agricole più avanzate, da prendere a esempio come modello di autonomia e indipendenza.

BookPride è patrocinata del Comune di Milano, capofila della rete delle “Città del libro”.

***

logo_stampa_trasparenteSCARICA IL KIT DI DIFFUSIONE DI BOOK PRIDE

BOOKPRIDE
Fiera nazionale dell’editoria indipendente
Milano | Frigoriferi Milanesi, via Piranesi 10
27-29 marzo 2015 | Ingresso libero

Orari:
venerdì 27 ore 14-22
sabato 28 ore 10-22
domenica 29 ore 10-20 

Info per il pubblico: tel. 06 85358977 – info@bookpride.it

Tutto il programma su www.bookpride.it
Twitter e Pinterest @BookPrideMilano
Facebook facebook.com/BookPride Milano


UFFICIO  STAMPA
Isabella Di Nolfo, 335 5225677
Giulia Marani, 335 1431330
IDN Media Relations – Milano | t. 02 70104488
idn@idnmediarelations.it
www.idnmediarelations.it