Vicolo Calusca

Vicolo Calusca è un cammino interiore e un andare per le vie del Ticinese sulle tracce dei luoghi dell’estrema sinistra milanese dei cosiddetti anni settanta, un incedere che a tratti diventa corsa a perdifiato lungo il versante di una memoria che non chiede più conto a se stessa, che non interroga più, che non chiede più assoluzioni, pene, divisioni o condivisioni, una memoria che è flusso, semplice amore del tempo. I volti, le vite, le scelte delle persone che in quegli anni, in quelle strade, in quella città – Milano –, si sono raccolte attorno alla libreria Calusca di Primo Moroni e hanno sognato una rivoluzione.

Umberto Lucarelli, scrittore, regista e operatore sociale. Ha pubblicato: Non vendere i tuoi sogni, mai (Tranchida 1987; Bietti 2009), Ser Akel va alla guerra (Tranchida 1991; Bietti 2009), Il quaderno di Manuel (Tranchida 1994), Fossimo fatti d’aria (BFS 1995), Nulla (BFS 1999), Pavimento a mattonella (BFS 2001), Sangiorgio il drago (Ibis 2008), Rivotrill (Bietti 2011). È tra i fondatori del premio letterario Sofia, rivolto agli studenti delle scuole superiori. Ha realizzato film brevi e documentari nell’ambito del progetto Educare alla diversità fra cui ricordiamo Il valore di esistere; Cerco lavoro; Convenzione Onu: Da ciascuno il suo.

La città è proprio cambiata, mi sono detto, Qua c’era Mo- roni, lì c’era Bellini, mi sono detto. Un mucchio di ricordi nella mia testa non trovano più alcun riscontro nella realtà, mi sono detto. Il territorio è un altro territorio, e dove prima c’era una cosa ora ve n’è un’altra, mi sono detto ancora. Ma io me lo ricordo Moroni e mi ricordo Bellini mentre diceva agli altri Io sto qui tranquillo, vedete? continua a leggere.