Prima linea @il manifesto

Qui il pdf della recensione di Andrea Colombo