CATALOGO › Map

La fabbrica dell’infelicità

La fabbrica dell'infelicità

New economy e movimento del cognitariato

La diffusione delle tecnologie informatiche e biotecniche ha determinato un’innovazione reale e irreversibile nella produzione sociale. Coloro che lavorano nei cicli ad alta tecnologia, coloro che producono innovazione, i lavoratori cognitivi sono appagati e felici, e dunque complici dell’opera di sfruttamento e di esclusione che è inerente alla globalizzazione capitalistica? Oppure il ciclo di produzione virtuale produce infelicità anche e prima di tutto per i suoi attori, e dunque è possibile cercare proprio nel ciclo del lavoro cognitivo le energie per un cambiamento profondo?

La fabbrica dell'infelicità
€9,60
€11,36
Lista dei desideri

Le parole per farlo

Le parole per farlo

Donne al lavoro nel postfordismo

Quale rapporto lega le donne al lavoro. oggi, nell’epoca della cosiddetta produzione «postfordista»? Per il femminismo degli anni Settanta l''emancipazione coincideva con l''ingresso nel mondo del lavoro e con l''assunzione di ruoli non più marginali e subordinati: e in apparenza questo obiettivo sembra raggiunto Di cosa parlano allora le donne di questo libro, così diverse per età, reddito, cultura, esperienze lavorative e politiche? Dalla ricerca di parole per «fare», parole che consentano di raccontare e confrontare le esperienze femminili, di ridefinire se stesse al lavoro, usando, per superarlo, il lessico del precariato della new economy, del lavoro dipendente e di quello autonomo ad alta responsabilità.

Le parole per farlo
€7,90
€9,30
Lista dei desideri

ChainWorkers

ChainWorkers

Lavorare nelle cattedrali del consumo

Cosa sono i ChainWorkers? Letteralmente i "lavoratori della catena", ovvero quei ragazzi e ragazze impiegati nei grandi luoghi di produzione e vendita di beni destinati al consumo di massa. Sono i giovani "cuochi" delle catene di ristorazione in franchising, che tutti conosciamo attraverso i nomi delle brand più note, McDonald’s, Burger King, Kentucky Fried Chicken, Pizza Hut.

ChainWorkers
€3,80
€7,75
Lista dei desideri

Critica della ragion Nonprofit

Critica della ragion Nonprofit

L'economia solidale è una truffa?

Nonprofit, no-profit, terzo settore, economia solidale, economia civile. Oramai da Destra e da Sinistra si intonano le lodi delle nuove realtà del volontariato e della solidarietà. Ma sono tutte rose e fiori? Troppo spesso accade che dietro le facili apparenze dell''"economia buona" si nascondano forme striscianti di sfruttamento del tutto simili a quelle delle imprese orientate al profitto. Siamo di fronte all''alba di un nuovo modo di fare impresa? O a una maschera del solito vecchio capitalismo selvaggio?

ESAURITO
€6,20
Lista dei desideri

Le redazioni pericolose

Le redazioni pericolose

Come fare la giornalista e vivere infelicemente

Le redazioni pericolose è un racconto-inchiesta narrato in prima persona che punta l’obiettivo con chiarezza e senza mezzi termini su quello che accade nelle redazioni dei grandi giornali e che nessuno osa raccontare. Un irritante reportage sui soprusi, le bugie e gli (sporchi) trucchi del mestiere che dominano un mondo di giornalisti, persi sempre più fra ristrutturazioni selvagge e free-lance d’assalto. Un racconto-inchiesta narrato in prima persona, una cronaca reale e un’analisi puntuale su uno dei lavori immateriali più antichi del mondo, la parola scritta.

ESAURITO
€6,20
Lista dei desideri

Quella maledetta e-mail

Quella maledetta e-mail

…e i suoi effetti sul mercato del lavoro

La posta elettronica è entrata a far parte della vita di tutti noi: è comoda, è veloce, migliora la comunicazione. Ma sarà poi così? Gli autori dei testi contenuti in questo libro sembrano convinti del contrario. In che modo questa innovazione tecnologica ha cambiato le relazioni produttive? Le esperienze qui raccolte raccontano il nuovo mondo dei forzati del telelavoro domestico, le vite agitate di quelli che «scaricano la posta» la mattina appena alzati, lo scambio di e-mail che diventa veicolo di ricatti e pressioni dentro le imprese. Ma mostrano anche come con la posta elettronica sia possibile costruire comunità di affetti e saperi, dove vivere una vita (anche lavorativa) diversa.

Quella maledetta e-mail
€3,85
€7,75
Lista dei desideri

Schiavi della comunicazione

Schiavi della comunicazione

Vita e nevrosi nella fabbrica dei media

Il comunicatore è una figura multiforme e sfuggente. È il jolly dell’economia moderna. Migliora la performance aziendale, fa circolare l’informazione e crea valore aggiunto. Stiamo forse di fronte a un eroe del nostro tempo? O a una specie di nuovo «proletario mentale»? Un itinerario fra pubblicità, editoria cartacea, televisione e internet alla scoperta di un mondo che fa della velocità e della precarietà le sue caratteristiche principali: autori di programmi disposti a tutto, webmaster schiavizzati, pubblicitari sull’orlo di una crisi di nervi, stagisti sottopagati. Storie che svelano cosa si nasconde dietro le sfavillanti carriere nella fabbrica dei media.

ESAURITO
€9,30
Lista dei desideri

Come farsi un movimento globale

, ,

Come farsi un movimento globale

La costruzione della democrazia dal basso

Alla globalizzazione dell''alto si contrappone il movimento della «globalizzazione dal basso», emerso per la prima volta a Seattle nel dicembre 1999. In quell’occasione quel movimento ha vinto. Associazioni per i diritti umani, organizzazioni non governative, paesi del terzo mondo, ambientalisti, sindacalisti, avvocati lì si sono riuniti per dire basta alla globalizzazione delle multinazionali e della finanza. A Seattle è nato un movimento che tenta di costruire su nuove basi un’altra globalizzazione, quella della democrazia e dei diritti.

Come farsi un movimento globale
€9,60
€11,36
Lista dei desideri

Precari

Precari

Percorsi di vita tra lavoro e non lavoro

La precarietà non è un termine sociologico, ma una realtà di fatto. Migliaia di persone anche in Italia sanno cosa significa vivere senza un posto di lavoro permanente, barcamenandosi tra una professione e un’altra. Nelle metropoli europee va emergendo infatti un nuovo movimento fatto di giovani e meno giovani lavoratori precari che rivendicano per il loro presente e per il loro futuro condizioni di esistenza più dignitose e tutelate, partendo innanzi tutto da una accesa discussione sul reddito di cittadinanza.

Precari
€7,90
€9,30
Lista dei desideri

Mi fletto ma non mi piego

,

Mi fletto ma non mi piego

Come orientarsi nella giungla della flessibilità

Tutto quello che bisogna sapere per muoversi nella giungla dei nuovi contratto di lavoro. Patto sociale, collaborazioni coordinate continuative, contratti atipici, partite Iva. Le informazioni e gli indirizzi che è necessario ricordare per non farsi cogliere impreparati dalla «fine della civiltà del lavoro». Un manuale di controinformazione, strumento indispensabile per difendersi e per difendere chi si trova nei segmenti di lavoro più subordinati e precari. Utile per tutte le forme di lavoro, anche per quelle accompagnate da immaginari positivi che non sempre trovano un riscontro nella realtà della prestazione lavorativa.

Mi fletto ma non mi piego
€7,75
Lista dei desideri

Scienza spa

Scienza spa

Scienziati, tecnici e conflitti

Al progresso scientifico, il vero dio pagano di tutto l’Occidente, contribuiscono laboratori universitari, industrie multinazionali e piccole imprese della new economy. Ma in questa multiforme fabbrica della conoscenza, chi è, cosa pensa e cosa vuole davvero il nuovo ricercatore scientifico? Questo libro, facendo il contropelo al suo ruolo nella società attuale, riesce a fornire delle risposte sorprendenti e inedite partendo dalla sua formazione scolastica e seguendolo poi nel suo operare concreto all’interno del mercato del lavoro.

Scienza spa
€4,65
€9,30
Lista dei desideri

Stop mobbing

Stop mobbing

Resistere alla violenza psicologica sul luogo di lavoro

Un capo tiranno? Un conflitto aperto con i colleghi? Una sensazione di isolamento e preoccupanti sintomi psicosomatici? Forse sei vittima del mobbing, una strategia di terrorismo psicologico da ufficio. Il mobbing colpisce ogni tipo di lavoratore, anche i migliori e i più produttivi, con attacchi violenti o persecuzioni subdole. I suoi effetti estremi (depressione, suicidio) e i suoi costi sociali ne fanno un fenomeno davvero preoccupante. Come resistere a questa violenza di sottofondo del mondo aziendale attuale? Forse «ripensando il lavoro» per comprendere i cambiamenti che rendono il mobbing sempre più diffuso e riconoscibile.

ESAURITO
€10,33
Lista dei desideri