Etica e politica delle piante

«Osservare le piante
per cambiare la politica»

Etica e politica delle piante

, ,

€12,75
€15,00
Lista dei desideri

Nel Timeo, Platone racconta così l’origine del regno vegetale: «gli dei miscelarono una natura simile a quella dell’uomo con altre forme e percezioni, creando così un altro tipo di animale – gli alberi, le piante e i semi che sono stati migliorati dall’agricoltura e sono ormai domestici, per noi. Infatti, ogni cosa che partecipa della vita si può chiamare essere vivente […]. Questa natura è sempre in uno stato passivo, privo di movimento esterno e interno, e quindi del potere di osservare e riflettere». L’etica e la politica contemporanee sono alla fine di un lungo percorso che ha portato a ritenere gli animali oggetti di considerazione morale e partecipanti alla vita politica. Ma per molti le piante rimangono ancora esseri viventi passivi e inerti, più simili a cose che a soggetti o oggetti di cura e considerazione. Il paradigma platonico non sembra essere stato superato. L’indagine scientifica più recente e aggiornata, tuttavia, mostra che le piante hanno forme di attività, di intelligenza, percezione e comunicazione. Se è così, non le si può più tenere al di fuori della sfera dell’etica e della politica. La moralità deve compiere un altro passo, e lasciare spazio agli interessi e al valore della vita vegetale. Il libro introduce al lettore italiano questo sviluppo recente della filosofia morale e politica, fornendo sia una ricostruzione analitica della discussione sia una rassegna delle varie posizioni sullo statuto morale delle piante, sulle relazioni fra etica degli animali e delle piante, e fra etica ed estetica delle piante, nonché sull’impatto di una rinnovata comprensione delle piante sulle frontiere della tecnologia.


ISBN: 978-88-6548-263-6
PAGINE: 192
ANNO: 2018
COLLANA: Habitus
TEMA: Ambiente
Autori

Angela Kalhoff

è professore di Etica all’Università di Vienna.

Marcello Di Paola

ricercatore presso l'Università di Vienna e docente presso la LUISS di Roma, è autore di Giardini globali (2012) e Cambiamento climatico (2015) e di numerosi testi in lingua inglese.

Francesco Pellegrino

Francesco Pellegrino (Salerno, 1979), lavora come consulente organizzativo e si è occupato a più riprese di disagio sociale. Per DeriveApprodi ha pubblicato anche Libertà estrema. Le ultime ore dell’anarchico Bruno Filippi (2004).

STESSO AUTORE

STESSO TEMA