Gli autonomi – volume VI

Finalmente la storia della mitica autonomia “padovana” raccontata dai suoi principali protagonisti

Gli autonomi – volume VI

Storia dei collettivi politici veneti per il potere operaio

€16,15
€19,00
Lista dei desideri

A cura di Mimmo Sersante

La storia dei Collettivi politici veneti per il potere operaio narrata da due tra i suoi principali protagonisti. Una vicenda che prende avvio nell’autunno del 1974, dopo l’esaurimento dell’esperienza di Potere operaio. Un progetto fondato sui presupposti strategici di un forte radicamento territoriale, l’unità politico-militare della militanza e una direzione che poteva vantare una ricca e raffinata formazione teorico culturale di provenienza operaista. Infatti, in quel laboratorio, che si poteva avvalere di un forte presenza in ambito universitario, di una radio (Sherwood) e di un periodico (Autonomia), furono elaborate inchieste e analisi sui processi della ristrutturazione produttiva in atto che coniarono il concetto della «fabbrica diffusa» produttrice dell’«operaio sociale», la figura del moderno precario destinato a occupare un ruolo centrale nei conflitti politici di classe. I Collettivi organizzarono in vaste aree della loro regione azioni politico-militari di massa contro fascisti, responsabili della gerarchia di fabbrica e della repressione potendo contare su una serie di sigle, ognuna corrispondente a un determinato livello d’organizzazione.
L’accumularsi di quelle pratiche sfociò nelle famose «notti dei fuochi»: decine di attacchi in contemporanea in varie città della regione. L’operazione repressiva del 7 aprile 1979, e quelle degli anni successivi, ebbero a mira la distruzione anche di quella specifica rete organizzativa e del suo progetto rivoluzionario, tra i più forti, consolidati e intelligenti della galassia autonoma.


ISBN: 978-88-6548-313-8
PAGINE: 260
ANNO: 2020
COLLANA: I libri di DeriveApprodi
TEMA: Anni Settanta, Movimenti, Violenza rivoluzionaria
Autore

Giacomo e Piero Despali

Giacomo Despali (Zara, 1951) e Pietro (Piero) Despali (Zara, 1953) hanno entrambi militato nei Collettivi politici veneti per il potere operaio. Coinvolti nell’inchiesta «7 Aprile-troncone veneto» il primo venne arrestato e scontò 6 anni e 6 mesi di carcere, il secondo, condannato a 5 anni e 5 mesi visse una lunga latitanza.