La sirena delle cinque

Le storie di quelle persone che non entrano nelle pagine della Storia.

La sirena delle cinque

La sirena delle cinque
€10,20
€12,00
Lista dei desideri

La storia di una bambina, figlia di operai, nata e cresciuta a Colleferro, alle porte di Roma, paese in cui troneggia imponente «il mostro» rappresentato dalla fabbrica. Dal racconto emerge l’esplicito disprezzo verso quei luoghi, il senso di ribellione e, allo stesso tempo, d’impotenza. La sirena delle cinque scandisce la vita e la morte delle persone. Così capita che un giorno la sirena suoni in un orario insolito e nel paese è allarme per uno scoppio imminente. Il «mostro» sta per esplodere e le donne iniziano a pregare. Solo la bambina di allora, scrittrice di adesso, prega Santa Barbara perché la fabbrica esploda davvero, così da avere un motivo per andare via da quel maledetto paese.
La sirena delle cinque è un racconto in prima persona autentico, colmo di riflessi etici, politici, collettivi, intimi e individuali, appassionato e sentimentale, ma lucido nell’analisi. Le storie di quelle persone che non entrano nelle pagine della Storia.
Una scrittura dal ritmo asciutto, senza orpelli. Emozioni colte in profondità, prese intatte da una memoria viva e restituite con la stessa forza della realtà, insieme a un messaggio inequivocabile: io con voi non c’entro nulla, io vengo da un’altra storia, voi siete orrendi come il potere che gestite.


Un assaggio

Polveri

Quella volta la sirena della fabbrica cacciò il suo urlo in un orario insolito. Per i sensi allenati degli adulti fu un tutt’uno interpretarlo come un segnale di allarme. Giù dai letti e di corsa alle finestre. L’aria impregnata di un odore agro, di quelli che prendono alla gola e, attorno alle ciminiere, il cielo appesantito da nuvolaglie di fumi giallastri. Più del solito, per un’aria e un cielo abitualmente sporchi.

Ma stavolta sta succedendo qualcosa di diverso. Lo capisco dall’allarme con cui sono invitata a rivestirmi.

E dove andiamo a quest’ora? Uscita insolita. Decido di non curarmi del pericolo e di godermi l’imprevisto.

Usciamo tutti insieme e anche questo sa di evento straordinario. Saliamo su un camion guidato da mio padre. Piena d’orgoglio seguo il mio eroe che ci porta in salvo.

Per strada c’è tutto il paese. Sono euforica. Mi sembra di vedere ogni cosa per la prima volta, le vie, le case, le persone. La fabbrica, con la sua sirena che continua a urlare, è là, come sempre. Evito di guardarla perché so che è al suo interno che sta succedendo la cosa. D’altra parte ho sempre fatto in modo di distogliere lo sguardo dalla sua vista : sfida muta al potere che pretende di estendere anche sulla mia vita.

Il paese è animato neanche fosse il giorno della Santa patrona. I diversi gruppi si danno la voce, incrociando notizie e pareri. Si decide che gli uomini vadano a vedere. In questi casi c’è sempre da dare una mano. Gli altri, e io con loro, ci dirigiamo fuori del paese. Passiamo il ponte sulla ferrovia, quello sul fiume avvelenato, attraversiamo la statale e siamo fuori, sulla collinetta di fronte, meta delle scampagnate di primavera. Ma questo non è un giorno di festa. Non è neanche giorno e nelle borse non portiamo vino e pasta fatta in casa.

Nonostante tenti qualche resistenza, comincia a contagiarmi l’allarme degli adulti, come al solito condito con una rassegnata familiarità alle disgrazie. Come se nessuna scelta fosse consentita a chi, insieme al pane, mangia precarietà e fatica e teme tanto l’attenzione della sorte da aspettarsi qualcosa di brutto persino dopo l’arrivo di qualche buona notizia.

Tento di vederla a modo mio. Forse avremmo lasciato le case e cercato altrove un posto dove vivere.

 

ISBN: 978-88-6548-119-6
PAGINE: 96
ANNO: 2015
COLLANA: Narrativa
TEMA: Anni Settanta
Autore

Barbara Balzerani

Barbara Balzerani
Barbara Balzerani nei primi anni Settanta milita in Potere operaio, poi nelle Brigate rosse, con incarichi nella sua direzione strategica. Al termine di una lunga latitanza viene arrestata e sconta venticinque anni di carcere. Oltre ai volumi presenti nel catalogo DeriveApprodi, è anche autrice di La sirena delle cinque (Jaca Book, Milano 2003).
RASSEGNA STAMPA

I racconti scomodi de La sirena delle cinque

Una recensione di Silvia De Bernardiniis al romanzo "La sirena delle cinque", di Barbara Balzerani

Leggi in PDF

La sirena delle cinque: recensione di Davide Steccanella

Una recensione di Davide Steccanella al romanzo "La sirena delle cinque", di Barbara Balzerani

Leggi in PDF

La sirena delle cinque («Gli squadernauti»)

Sulla rivista «Gli Squadernauti» la recensione al romanzo di Barbara Balzerani, "La sirena delle cinque" – 24 luglio 2015

  Vai all'articolo


STESSO AUTORE

STESSO TEMA