Manifesto per un’Europa egualitaria

Alla vigilia delle elezioni europee un manifesto per il futuro dell’Europa

Manifesto per un’Europa egualitaria

Come evitare la catastrofe

,

Manifesto per un'Europa egualitaria
€10,20
€12,00
Lista dei desideri

Disoccupazione di massa, lavoro precario, assenza di garanzie sociali e collasso dei diritti democratici rappresentano la cupa tendenza dell’Europa di oggi. Processi che si sono radicalizzati con la crisi economica globale e inaspriti con i programmi di austerità, aggravando gli squilibri tra i paesi europei. Di fronte a questo, l’Eurozona e l’intera Unione Europea rischiano il tracollo, sul fronte economico (con l’esplosione di povertà su vasta scala) e sul fronte politico (con l’emergere di destre estreme e nuove spinte nazionalistiche). Figura centrale dell’odierno assetto europeo è la Germania, che ha portato a compimento la propria ascesa a potenza economica dominante e che si oppone apertamente a ogni iniziativa volta a riequilibrare i rapporti economici e politici.
Eppure, nessun ritorno alle sovranità nazionali, politiche o economiche, è ormai possibile. La risposta sta in altri presupposti. Se vuole guardare al proprio futuro, l’Europa deve infatti ascoltare quei movimenti che contestano l’addebito dei costi della crisi alle classi più popolari; rispondere alle richieste delle fasce sociali maggiormente colpite; promuovere processi di cambiamento in tutti gli ambiti della vita sociale, economica e culturale dentro un nuovo progetto di Europa democratica e federale. Solo a queste condizioni sarà possibile evitare la catastrofe.


Un assaggio

L’Europa si sta impoverendo. I poteri forti stanno trascinando le classi lavoratrici verso la rovina. Sono gli agenti di un sistema definito dai principi del massimo profitto e della concorrenza. Un sistema instabile che può sopravvivere soltanto finché continuerà a espandersi in maniera spasmodica: in pochi continueranno ad arricchirsi ricorrendo alla progressiva espropriazione, allo sfruttamento e all’immiserimento della maggioranza. Questa dinamica rischia di subire una battuta d’arresto a causa del crollo dei profitti, per questo le classi dominanti corrono ai ripari per mantenere ben salde le disuguaglianze e accelerare lo sfruttamento selvaggio delle risorse naturali. Le loro strategie più rilevanti al riguardo sono l’accrescimento e la stabilizzazione delle riserve economiche, il consolidamento dei processi di produzione, la riduzione dei salari e la privatizzazione dei beni pubblici e dei servizi sociali, così come l’introduzione di un sistema creditizio più restrittivo. Il risultato saranno fenomeni complessi di precarizzazione e di impoverimento di massa. Le classi subalterne si vedranno deprivate dei loro fondamentali diritti all’esistenza e saranno costrette a sopportare la pressione di una disoccupazione sempre crescente, di insicurezza sociale e rapporti di lavoro sempre più malpagati e limitati nel tempo. Contemporaneamente, perderanno il controllo sulle condizioni della propria riproduzione: i loro risparmi e i loro debiti consegnati all’arbitrio delle banche, delle grandi compagnie di assicurazioni e delle autorità di regolamentazione.

ISBN: 978-88-6548-047-2
PAGINE: 144
ANNO: 2014
COLLANA: FuoriFuoco
TEMA: Debito e crisi, Europa
Autori

Zissis Papadimitriou

Zissis Papadimitriou, sociologo, ha insegnato in diverse università tra Germania, Grecia e Giappone.

Karl Heinz Roth

Karl Heinz Roth, storico, in Italia è conosciuto soprattutto come il principale esponente dell’operaismo tedesco. È autore di L'altro movimento operaio: storia della repressione capitalistica in Germania dal 1880 a oggi (1977) e Autonomia e classe operaia tedesca (1979).

RASSEGNA STAMPA

Manifesto per un'Europa egualitaria (Euronomade)

Sul sito «Euronomade» un estratto del "Manifesto per un'Europa egualitaria" di Karl Heinz Roth e Zissis Papadimitrou – da «Euronomade.info», 21 maggio 2014

 

Vai all'articolo


Il governo antagonista («Il manifesto»)

Sul «manifesto», la recensione di Marco Bascetta al "Manifesto per un'Europa egualitaria" di Karl Heinz Roth e Zissis Papadimitrou – da «il manifesto», 21 maggio 2014

 

Vai all'articolo

Leggi in PDF


L'austerità in Europa («Le parole e le cose»)

Sulla rivista online «Le parole e le cose» un estratto del "Manifesto per un'Europa egualitaria" di Karl Heinz Roth e Zissis Papadimitrou – da «Le parole e le cose», 21 maggio 2014

 

Vai all'articolo


Manifesto per un'Europa egualitaria: un programma (DinamoPress)

Su «DinamoPress» un estratto tratto dal "Manifesto per un'Europa egualitaria", di Karl Heinz Roth e Zissis Papadimitrou

 

Vai all'articolo


Per evitare la catastrofe indicazioni per un'altra Europa

Su «indipendenti.eu» la recensione al "Manifesto per un'Europa egualitaria", di Karl Heinz Roth e Zissis Papadimitrou – 23 maggio 2014

 

Vai all'articolo


L'eredità europea della resistenza antifascista («Alfabeta2»)

Estratto da "Manifesto per un'Europa egualitaria", di Karl Heinz Roth e Zissis Papadimitrou – da «Alfabeta2», 6 luglio 2015

  Vai all'articolo


STESSO TEMA