Piccoli universali di architettura e di paesaggio

Il diorama di un autore di molte opere di paesaggio realizzate in Italia e nel mondo

Piccoli universali di architettura e di paesaggio

ESAURITO
€11,05
€13,00
Lista dei desideri

Prafrance è la coltivazione di bambù più grande d’Europa, il forte di Bard in Valle d’Aosta è un capolavoro di ingegneria, di urbanistica e di continuità tra architettura e natura, Brasilia è l’ultimo tentativo di città ideale operato dal Modernismo… Da un caffè a un giardino, da un grattacielo di Dubai a Corviale, dai murales di Kentridge sul lungotevere romano alla Basilica reale di Saint-Denis in Francia, i racconti che scandiscono questo libro sono anzitutto l’indicazione a «vedere» il paesaggio e a fermarsi a riflettere sui suoi piccoli universali. Lo spirito di un luogo tra tradizione e futuro, il cambiamento e la durata, le narrazioni dei quali i paesaggi sono intrisi, l’utopia e la concretezza sono alcune delle chiavi per pensare l’immanenza rappresentativa di «piccoli universali» che il paesaggio esercita sulla nostra vita, capace di coglierci perfino nella nostra indifferenza, con un’irresistibile influenza subliminale. Questo libro è allora il diorama di un autore di molte opere di paesaggio realizzate in Italia e nel mondo.


Un assaggio

«Se in ogni epoca il giardino è una manifestazione umana di generosità, anticipazione, sperimentazione, narrazione, narcisismo, rischio, il labirinto ne è forse l’iperbole, perché di uno spazio è un punto di sintesi fra il suo corpo e la carica simbolica che lo sottende. L’interesse credo sia nella sua interattività psicologica e tattile con la nostra capacità di interpretare uno spazio e muoverci con armonia fino a provare l’ebbrezza di perderci, e a trovare la gioia di esprimerci nella forma più libera e felice, la danza. Per questo, se il labirinto è anche un punto di apparente costrizione, è esattamente il contrario, perché la prova di Teseo è una nostra libera scelta e la chiave di un labirinto non è un gioco banale, ma una iniziazione. Spesso la mappa è perfettamente visibile e il fascino di perdersi si trasferisce in una dimensione del nostro immaginario pi

ISBN: 978-88-6548-199-8
PAGINE: 160
ANNO: 2017
COLLANA: Habitus
TEMA: Ambiente, Cultura materiale
Autore

Franco Zagari

Franco Zagari, architetto, paesaggista, vive e opera a Roma. Già professore ordinario di Architettura del paesaggio presso l’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria, dal 2012 insegna presso La “Sapienza” Università di Roma. È autore di saggi, film e numerosi progetti di architettura e paesaggio, tra i quali Hortus – 27.000 mq di giardini per il riposo dei visitatori dell’Expo Milano 2015 – e la piazza della Puerta del Sol a Madrid.

STESSO TEMA