Prima linea

«Oltre le Brigate rosse:
l’altra lotta armata»

Prima linea

L’altra lotta armata (1974-1981) Vol.I

Prima linea
€21,25
€25,00
Lista dei desideri

Nell’affollato panorama della sinistra rivoluzionaria degli anni Settanta l’organizzazione Prima linea rappresenta uno dei capitoli meno conosciuti e più fraintesi nella storia della lotta armata in Italia. Sono pochi anni, a partire dal 1974 (quando si originano i primi processi fondativi) fino al 1981 (anno dell’abbandono della sigla), a scandire la nascita, l’ascesa e il naufragio di un progetto politico volto a radicare la lotta armata nel corpo dei movimenti di estrema sinistra. Il tentativo di praticare un modello organizzativo e ideologico alternativo a quello delle Brigate rosse si intreccia con la complessità del Movimento del ’77, si scontra con una repressione dello Stato sempre più efficace e naufraga di fronte alle complicazioni di una clandestinità crescente e di un crescente militarismo. Il libro è la prima ricostruzione compiutamente storica delle vicende di Prima linea, attraverso l’uso di una pluralità di fonti spesso inedite, un impianto di analisi che sfugge dalle secche del reducismo e della condanna morale. Un’opera fondamentale per comprendere i percorsi che portarono migliaia di giovani a sposare un conflitto irriducibile nei confronti delle istituzioni economiche e politiche del nostro paese.


Un assaggio

Torna spesso nelle parole usate negli ambienti di Prima linea la metafora di una «porta stretta» da oltrepassare ai fini di una rivoluzione dagli incerti confini programmatici,
dalla natura molto simile a una «guerra civile» a bassa intensità. È tenendo sempre d’occhio quella «porta» che viene ricostruito il percorso seguito da Prima linea: dalla sua lunga fase di gestazione
– nell’intreccio con i più generali percorsi di militarizzazione e armamento che attraversano durante tutti gli anni Settanta l’estrema sinistra – al graduale avvicinarsi a quella soglia in virtù
della radicalizzazione dei movimenti e delle pratiche conflittuali. L’esito ultimo sarà però ben diverso dalle intenzioni dei fondatori di Prima linea e quella porta, fra ’78 e ’79, si chiuderà definitivamente.
A quella data Prima linea avrà raggiunto la sua maturità e toccherà il punto di coincidenza fra apogeo e crisi.
Il tutto avverrà in concomitanza con l’esaurimento della spinta propulsiva dei movimenti e in sostanziale appiattimento sulle coordinate strategiche delle Brigate rosse, in polemica con le quali era nato il progetto del gruppo.

ISBN: 978-88-6548-241-4
PAGINE: 512
ANNO: 2018
COLLANA: I libri di DeriveApprodi
TEMA: Anni Settanta, Violenza rivoluzionaria
Autore

Andrea Tanturli

è storico e lavora presso l’Archivio di Stato di Firenze. Nei suoi studi si è prevalentemente occupato di movimenti sociali e violenza politica nell’Italia degli anni Settanta.