Riflessioni sull’autogestione della vita quotidiana

«L’ultimo libro di un “grande vecchio” dell’Internazionale Situazionista»

Riflessioni sull’autogestione della vita quotidiana

Contributo all’emergenza di territori liberati dall’impresa statale e mercantile

€11,00
Lista dei desideri

Suggestionato dall’impetuoso e destrutturante movimento francese dei Gilets jaunes, Raoul Vaneigem, uno dei “grandi vecchi” dell’Internazionale Situazionista – autore, mezzo secolo fa, del famosissimo Trattato del saper vivere a uso delle giovani generazioni (il libro più rubato nel ’68) – ha scritto col suo caratteristico stile acuto, lucido e appassionato questo libro di critica radicale alla logica cinica, mafiosa e affarista che ha ormai contaminato le relazioni umane in tutto il mondo.
Come è possibile – si domanda Vaneigem – essere giunti a un tale livello di degrado planetario?
La risposta sta nell’analisi che egli sviluppa a partire dal ruolo che ha assunto il feticismo del denaro, il capitalismo speculativo e finanziario, nel provocare una perdita dell’intelligenza sensibile. L’economia di saccheggio senza limiti delle risorse naturali ha fatto dell’avidità il principio di ogni relazione sociale. A ciò si accompagna uno stato di guerra pervasiva permanente generatrice di un caos al quale consegue la paura. E il sentimento della paura, per essere placato, si traduce in richiesta ai gestori del potere di politiche sempre più improntate alla sicurezza e al controllo di chi è avvertito come “diverso”.
Ma a questo devastante e desolante scenario Vaneigem sostiene che si può e si deve reagire facendo appello a tutti coloro che non vogliono arrendersi trasformando con intelligenza la resistenza in un progetto che abbia a fondamento uno stile di vita basato sull’autogestione della vita quotidiana.

 


ISBN: 978-88-6548-287-2
PAGINE: 120
ANNO: 2019
COLLANA: FuoriFuoco
TEMA: -
Autore

Raoul Vaneigem

è autore di moltissimi saggi. Tra i suoi ultimi pubblicati in Itala: Avviso agli studenti (1996); Ai viventi sulla morte che li governa e sull’opportunità di disfarsene (1998); Noi che desideriamo senza fine (1999); Terrorismo o rivoluzione (2010); Lo Stato non è più niente, sta a noi essere tutto! (2010).