Una vita da eretico

«Un memoriale per Alfredo Tradardi»

Una vita da eretico

Alfredo Tradardi: dalla comunità concreta olivettiana a un mondo di esclusi

a cura di Diana Carminati

Una vita da eretico
€16,15
€19,00
Lista dei desideri

Un memoriale per Alfredo Tradardi. Un piccolo gesto tempestivo che ci ricordi chi è stato questo intellettuale «patafisico». Un libro capace di raccontare, in un mannello di pagine, la fisionomia complessa, sfaccettata di un «giusto», di un individuo coraggioso, estraneo a ogni forma di autocompiacimento, di egocentrismo, di esibizionismo, anche quando, da post-futurista, si metteva sulla scena, ma sempre nascondendosi dietro la causa che perorava.
Le molte vite vissute da Alfredo – nell’ingegneria informatica, nel teatro e nell’organizzazione culturale, nell’amministrazione pubblica e nella privata ricerca della giustizia e della verità, nell’impegno politico – vengono qui dipanate, in una rapsodia a più voci, che restituisce, in prima approssimazione, l’uomo, il teorico, il militante, l’artista.

Diana Carminati, già docente di Storia dell’Europa contemporanea all’Università di Torino. Direttrice nel 1995-1998 del Cirsde (Centro Interdipartimentale di Ricerche e Studi delle donne e di Genere) presso l’Università di Torino. Dal 2003 al 2006 ha seguito progetti a Gaza City con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il Comune di Torino
e l’Associazione Almaterra.
Dal 2006 fa parte del gruppo ISM-Italia, e ha curato attività culturali sulla questione israelo-palestinese. Nell’ultimo decennio ha scritto, con Alfredo Tradardi ed Enrico Bartolomei, Gaza e l’industria israeliana della violenza (DeriveApprodi 2015) e Esclusi. La globalizzazione neoliberista del colonialismo d’insediamento (DeriveApprodi 2017).


Un assaggio

«Ho avuto occasione di fare politica come militante di un partito dal 1964 al 1980, come consigliere comunale
e come assessore del Comune
di Ivrea. Ho sempre cercato di ispirare le mie iniziative e i miei comportamenti politici ai valori di giustizia e di libertà che hanno costituito l’essenza del movimento operaio e socialista cercando di non venire meno
al principio di dire ciò che è:
λevγeιν τa; εovvnτa. Pur sapendo di poter essere facilmente accusato di presunzione o schernito per ingenuità, perché la storia del conflitto tra verità e politica è una storia antica
e complessa. La verità può essere colpita a morte. […] La menzogna non è utile alla politica. La menzogna va combattuta: per la sua immoralità e per il suo potenziale impatto distruttivo sullo spazio della politica».

Alfredo Tradardi

ISBN: 9788865482810
PAGINE: 232
ANNO: 2019
COLLANA: Fuori collana
TEMA: -